Circolo tennis
arezzo

0575 20262

LA STORIA

Il Ct Arezzo ha una storia lunga e prestigiosa, costellata di successi e di momenti da immortalare. Storia di un circolo ambizioso, costruito all’interno delle mura cittadine che si mescola con la passione verso uno sport dapprima ignoto e, a poco a poco, sempre più popolare. I grandi tennisti hanno tracciato una linea nei cuori del pubblico che, sempre più sensibile alla racchetta, è stato incoraggiato nell’avvicinarsi a quello che era considerato uno sport di élite. La sensibilità dei consiglieri che si sono succeduti all’interno del nostro circolo ha fatto si che sia sempre stato tenuto alto il valore della sportività e dell’appartenenza, tramandando ai successori miglioramenti organizzativi e strutturali.

Se il Ct Arezzo è riuscito, e riuscirà, a crescere ragazzi con dei valori umani, sportivi e di aggregazione di un certo tipo, il merito è di tutto quello che ruota intorno a questa gloriosa struttura.

Come siamo nati..

Durante la guerra mondiale del ‘15 – ’18 un gruppo di prigionieri austriaci venne rinchiuso dentro il cinquecentesco bastione sud della cinta muraria di Arezzo. Alcuni di essi, appassionati di tennis, chiesero ed ottennero dalle autorità di poter costruire due campi da tennis. Vennero realizzati in modo esemplare nel piazzale interno del bastione ed esattamente dove si trova l’attuale platea del Cinema Eden. Finita la guerra l’impianto fu ereditato da un gruppo di nobili appassionati aretini, che lo completarono con un piccolo bar e gli opportuni servizi, costituendo il Tennis Club Arezzo. Non vi sono dati certi, molto probabilmente venne presieduto dall’Avv. Brunori – presidente dell’Accademia dei Costanti – e vi furono organizzati anche dei prestigiosi tornei nazionali.

Durante gli anni ’30..

Passati alcuni decenni, intorno al 1932-33, il piazzale del bastione subì la trasformazione da impianto tennistico in cinema all’aperto. Il tennis ad Arezzo fu confinato in un campetto a lato della platea del predetto cinema. Era realizzato su terreno battuto dal quale affioravano sassi in molti punti, ed era circondato da una rete leggera, con un out laterale di circa venti centimetri e di circa due-tre metri di fondo. I tiri diagonali, molto spesso, procuravano lesioni alle braccia per i graffi dalla rete nel tentativo di improbabili recuperi. I pallonetti troppo alti andavano a finire fuori dalle mura e a volte si doveva sospendere la partita per recuperare le palline.

Gli anni ’50..

Fino al 1952 il tennis viene praticato nella città soltanto in quel campetto. Nell’intera provincia esistevano soltanto due campi realizzati a Montevarchi, nel trasformato sferisterio dal locale Circolo Tennis.

La costruzione dei campi..

Ivo Misesti, fondatore del circolo, ottenne dal Comune di Arezzo di poter utilizzare il terreno, che in quel periodo era utilizzato da discarica delle macerie dei palazzi distrutti dai bombardamenti. Con i modesti mezzi della Polisportiva, che campava con l’aiuto economico di privati ed appassionati sportivi e qualche modesto contributo di Enti e di vari amici, furono iniziati i lavori per la costruzione del primo campo, attuale numero 2. Franco Ciarpaglini con il suo strumento tecnico venne a tirare i piani del terreno che, essendo scosceso, fu riempito di pietrame che avevano a disposizione per formare quella massicciata che ancor oggi rende i campi permeabili e ben strutturati.

Fatto il primo arriva anche il secondo..

Fu costruito il secondo campo, con il problema della strettezza del terreno che non consentiva un laterale regolamentare. Ottenuti i necessari permessi comunali, nacque anche il secondo campo che dava all’impianto una certa completezza.

Inizio dell’attività agonistica..

Nel 1953 fu l’anno dell’inizio dell’attività agonistica che in pochi anni raggiuse rilevanti successi e che migliorò di anno in anno fino a raggiungere gli attuali livelli con giocatori di “Coppa Davis”. Si cominciò con incontri amichevoli con il C.T. Montevarchi e con la FLOG di Firenze per continuare, dopo l’affiliamento alla Federazione Italiana Tennis, con i vari incontri della Coppa Facchinetti, l’allora campionato a squadre di terza categoria, con il Torneo Sociale, con la Coppa Primavera e con la partecipazione ai Campionati Provinciali Aretini. Il Circolo fu presente con i suoi atleti ai Campionati Italiani Enal a Montecatini ed ai Campionati Toscani a Firenze.

Nel 1954, oltre all’attività dell’anno precedente, furono organizzati i primi Campionati Provinciali Aretini.

Il primo torneo nazionale di terza categoria..

Nel 1955 fu organizzato per la prima volta ad Arezzo un torneo nazionale di terza categoria che ebbe un prestigioso successo evidenziato dalla stampa locale e nazionale, oltre a un graditissimo plauso dalla Segreteria Nazionale della Federazione Tennis.

Arriva la scuola tennis..

Il 1956 è l’anno della ricerca e del miglioramento tecnico, con l’introduzione del primo “corso di avviamento al tennis” che vide la partecipazione di 35 giovani e 15 ragazze. Negli anni ’60 il Circolo ha vissuto un boom, cavalcando l’onda di quello economico e tennistico nazionale. I successi in Coppa Davis di Pietrangeli e compagni hanno dato una scossa al movimento tennistico e anche il Ct Arezzo ne ha beneficiato.

Gli anni ’80..

Agli inizi degli anni ’80 il tennis italiano raggiunse un numero sempre maggiore di iscritti e praticanti, anche per merito della squadra di Coppa Davis che fa da traino con le sue vittorie. Diventerà il secondo sport più praticato dopo il calcio.

All’interno del circolo si forma una corrente di pensiero diversa che porta alla scissione di alcuni soci, che si accaseranno al Ct Giotto. Questo anziché essere motivo di abbattimento, diventerà una spinta verso un rinnovamento che porterà il nuovo presidente Mario Formelli a dare delle nuove direttive, chiarissime; investire nelle già buone strutture di addestramento alla scuola tennis e far ancora maggiori investimenti nel settore agonistico-sportivo. In quegli anni memorabili ed entusiasmanti sono state le finali dei Campionati Provinciali tra Pini e Toti, come del resto in precedenza lo erano state quelle tra Misesti e Verdelli e tra quest’ultimo e Niccolai. Altrettanto storiche sono le affermazioni di Pini nei Campionati Toscani indoor del 1980 e quelle della squadra di Serie C, che raggiunge la finale per il titolo regionale.

Gli anni d’oro..

Gli anni ’90 sono quelli dove il Ct Arezzo raccoglie i migliori frutti. Pur in presenza delle prime avvisaglie di una crisi del tennis, che di lì a poco tempo si rivelerà in tutta la sua evidenza, il Circolo, grazie ad uno sforzo economico senza precedenti, vede aumentare in breve tempo il numero dei campi in terra, che passano, prima da tre a quattro e poi a sei. A questi vengono infine aggiunti due campi in duro, che vengono riservati per lo più alla S.A.T. (Scuola di avviamento al tennis) e agli incontri di calcetto, un’attività sportiva parallelamente molto praticata dai soci più giovani.

Oltre alla ristrutturazione della club-house, la grossa novità sono le coperture pressostatiche installate su quasi tutti i campi, che permettono di giocare a tennis per tutto l’anno, anche nelle condizioni atmosferiche più avverse.

Ed è sotto la spinta della tradizione favorevole che il circolo avrà la fortuna e la capacità di trovare un gruppo di ragazzi veramente notevole sia per numero che per talento. Francesco Verbeni, Claudia Capaccioli, Daniele Bracciali e Federico Luzzi ne sono un tangibile esempio. I risultati conseguiti da questo gruppo sono stati veramente importanti e numerosi tanto che è difficile elencarli tutti. Basta scorrere l’albo della Coppa Lambertenghi (campionati italiani assoluti under 12) negli anni dal 1989 al 1992 per averne un’idea: quarti di finale Francesco Verbeni 1989 e Daniele Bracciali 1990. Vincitori Claudia Capaccioli 1991 e Federico Luzzi 1992.

Nel 1992 il Circolo Tennis Arezzo toccò il suo apice classificandosi 14° come somma dei risultati di tutte le squadre agonistiche, non solo giovanili.

Oltre a Federico Luzzi, al quale verrà poi intitolato il circolo in seguito alla sua tragica scomparsa, Daniele Bracciali si collocherà stabilmente nei piani alti del tennis, con uno storico terzo turno a Wimbledon, il tempio del tennis, e una semifinale al Roland Garros nel doppio.

Dopo la gloriosa parentesi composta dal Blue Team, che ha visto frequentare il nostro circolo da giocatori del calibro di Potito Starace, Federico Luzzi e, a periodi alterni, Simone Bolelli, dal 2011 il Circolo decide di darsi una nuova impronta.

Non è sbagliato dire che il 2011 è l’anno zero, poiché con l’arrivo di Nicola Cavigli si respira una nuova aria e un cambio di filosofia che ha l’obiettivo di riportare al centro del progetto i bambini e le loro famiglie. Il circolo non è più visto solo come punto di incontro dell’attività agonistica ma, se non soprattutto, come fulcro della giornata dei ragazzi, che qui hanno riscoperto il gusto dell’aggregazione e dello stare insieme.

I numeri, mai così positivi, hanno dato ragione a questa nuova linea, premiandoci con il record storico di 185 bambini iscritti alla Scuola Tennis per tre anni consecutivi.

Questo è un riassunto della gloriosa storia del Circolo Tennis Arezzo che ogni volta ha saputo rinnovarsi senza dimenticare mai le sue radici, pronto a scrivere nuove storie di sport e a lasciare un segno importante nella vita di questi splendidi ragazzi.



Promozioni

Promo quota sociale!

07/07/2016

Gentile genitore,   Il CT Arezzo e Nicola Cavigli sono alla continua ricerca di novità...

Dettagli

News

FITNESS is the NIGHT- MASTERCEST EDITION 08/09/2017

23/08/2017

Un ottima occasione per salutare l'estate e presentarvi la nuova stagione e i nuovi corsi del CT...

Dettagli

MACROAREA 2017 - GRAZIE A TUTTI

02/03/2017

SPECIALE MACROAREA GRAZIE E’ andata, anche quest’anno il Torneo Macroarea è finito...

Dettagli

Eventi

FITNESS is the NIGHT- MASTERCEST EDITION 08/09/2017

08/09/2017
Un ottima occasione per salutare l'estate e presentarvi la nuova stagione e i nuovi corsi del CT FITNESS Arezzo, Per...

Tennis is the night!

28/07/2017
Due serate per i vecchi e nuovi amici, per chi vuol giocare, per chi vuol mangiare o semplicemente bere e rilassarsi, tutto...

Tennis is the Night

30/06/2017
Due serate per vecchi e nuovi amici, per chi vuol giocare, per chi vuol mangiare o semplicemente bere e rilassarsi, tutto...

CENTRI ESTIVI

12/06/2017
Da lunedì 12 Giugno al 28 luglio avranno inizio i nostri Centri Estivi!! Quest'anno per  rendere i nostri...

Rimini Rimini - Un anno dopo!

09/06/2017
3... 2... 1... Rimini!! Sono aperte le iscrizioni tramite app per l'attesissimo weekend in Riviera dal 9 all'11 di...

III^ giornata Happy Tennis

04/06/2017

Scarica la nostra App, avrai accesso a contenuti esclusivi!

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X